48Tra bene e male

Guarire è diventare ciò che sei in natura
CRISTIANO DEVAN AVESANI
LIFE COACH - NATUROPATA - MASSAGGIATORE OLISTICO - AUTORE
Vai ai contenuti
Tra Bene e Male


Un giorno, il Principe del Male, ricevette la visita di un giovane Cavaliere del Bene. Quest’ ultimo si era addestrato da molto tempo in diverse discipline e si presentava ora davanti al Principe del Male per un combattimento all’ ultimo sangue.
Il combattimento, appena iniziato, si rivelò titanico:
Il Principe del Male usava le Arti e i Trucchi più malvagi nel tentativo di distruggere il suo avversario.
Il prode Cavaliere del Bene, il quale, non dimentichiamolo, difendeva la Causa del Bene, si sentiva sempre più disgustato dal comportamento sleale dell ‘ avversario e diveniva a sua volta sempre più pericoloso e aggressivo.
Il Principe del Male, lo stuzzicava, limitandosi a mormorargli di tanto in tanto: “ Sì, va bene, continua così………ma sì, benissimo, vieni a me e anche tu diventerai uno dei miei discepoli, forse addirittura il migliore”.
Naturalmente questo esasperava il nostro giovane Eroe del Bene, che si affannava sempre di più per uccidere e far tacere per sempre quel satanico personaggio.
Al Culmine del Combattimento, il Principe del Male, perse l’ equilibrio.
Il Cavaliere del Bene stava per approfittarne, quando scorse sulle labbra del nemico un sorriso diabolico. Il Principe del Male, vedendo che il Cavaliere del Bene, esitava a colpirlo, gli diede del codardo e, capendo che questo non era sufficiente, cercò di nuovo, con il tradimento, di aizzare il Cavaliere del Bene a riprendere la lotta.
D’ improvviso, il nostro eroe comprese: in un lampo, gettò l’ arma, guardò il Principe del Male negli occhi e gli gridò: “ Ti amo, ti amo! “. Il Principe del Male fece una smorfia orribile e, contorcendosi per il dolore, si dissolse.
Il nostro giovane Eroe aveva capito in extremis, che usando egli stesso, per distruggere il Male, le Armi del Male, non faceva altro che perdersi ancora di più. Fu cambiando strategia e usando invece un ‘Arma sconosciuta al Principe del Male, cioè l’ Amore, che egli riuscì finalmente ad averne la meglio.
Tutto quello che noi vediamo negativo in noi stessi e negli altri:
può essere la paura, la rabbia, il risentimento, la tristezza, i pensieri negativi, l’ arroganza ecc…………………non possiamo far altro che…………osservarli come se fossimo un “ testimone silenzioso” e trasmutarli attraverso la forza dell’ Amore.
Se tentiamo di combattere questi stati negativi………………perdiamo energia……………più combattiamo……………….più ci inguaiamo.
E’ la Forza della Consapevolezza e della Comprensione che ci può aiutare tantissimo.
Non tentiamo di cambiare gli altri……………….se prima non abbiamo fatto il lavoro interiore con noi stessi.
Se saltiamo le tappe……………………ci inguaiamo senza rendercene conto.
L’ introspezione interiore e l’ isolamento ( nei periodi necessari ) ci possono aiutare a poter fare con tranquillità e Consapevolezza questo Grande Lavoro all’ interno del nostro Essere di Luce ed Amore.
Il Termometro per sapere se stiamo facendo progresso è questo:
Se notiamo che in noi stessi stiamo sviluppando sempre più i sentimenti di Gioia, Pace, Serenità, Centratura , Distacco e non eccessiva emotività per le varie situazioni della Vita ( conflitti con le altre persone, malattie personali, imprevisti, scarsezza economica ecc )……………allora vuol dire che stiamo procedendo bene.
Altrimenti………………è come se venissimo trasportati e intrappolati dalle forze che ci spingono sempre più………………….verso il basso.
Esiste il libero arbitrio……………………….siamo noi a scegliere come canalizzare le nostre forze, le nostre energie.
Se diamo troppo potere agli altri………………….e ci sentiamo delle vittime………….in pratica non facciamo altro che scavarci la fossa.
Forse ci stiamo dilungando troppo…………………alla prossima.


Per me esiste solo il cammino lungo sentieri che hanno un cuore, lungo qualsiasi sentiero che abbia un cuore. Lungo questo io cammino e la sola prova che conta è attraversarlo in tutta la sua lunghezza. E qui io cammino guardando, guardando senza fiato."

(Carlos Castaneda)

Tutto il resto può aspettare, ma la mia ricerca di Dio non può attendere.

PERCORSI TRASFORMATIVI
CANALI SOCIAL
CONTATTI
VERONA - CELL.3271655881
www.cristianodevanavesani.it
Torna ai contenuti